Spiacenti, il click con il tasto destro non è disponibile.

Spruzzi…d’acqua

Se c’è un motivo per sopportare il caldo d’estate, questo è l’acqua. L’acqua dei giochi, l’acqua del bagnasciuga che lambisce i corpi che rotolano facendo l’amore, l’acqua dei baci freschi e bagnati. Immaginate i fiumi, i torrenti, i ruscelli. immaginate uno specchio d’acqua dentro il quale riflettere la nudità.

Se vi è una magia su questo pianeta, è contenuta nell’acqua (Loren Eiseley)

A me sembra che ce ne sia un’altra, di magia. La magia della pelle che ne accoglie le gocce. La magia del freddo e del caldo che stimolano brividi e fremiti. La magia di quegli spruzzi che inturgidiscono i capezzoli o irrorano le parti hot. La magia di quella sensazione lubrificante che rende fluidi i pensieri più sconci.

Siamo abituati ai cubetti di ghiaccio che scorrono lungo il corpo, siamo abituati al getto forte che stimola i punti giusti, siamo abituati al vibratore a forma di paperella che ci fa compagnia nella vasca da bagno.

E quando la bella stagione ci spoglia degli abiti e ci veste dei desideri l’eros schizza esattamente come le onde del mare, ammiccanti o impetuose.

Una doccia a due è sempre in cima ai battiti delle fantasie, soprattutto quando ci facciamo il peeling con il sale e la circolazione riattivata ci rende particolarmente sensibili e ricettivi. D’altra parte non è certo da disdegnare una frizzante seduta sessuale in una vasca a idromassaggio. Per molte donne, anche in solitaria, il soffione della doccia o il massaggio ritmico dei getti che gli ugelli regalano è una felice masturbazione.

Se possibile possiamo sfruttare le emozioni forti di terme e spa che, con le loro beate alternanze di temperature d’acqua e vapori, predispongono il corpo a una sessualità aperta e coinvolgente. Poi? Possiamo berla, l’acqua. Già, pare che la scienza suggerisca un’ottima idratazione per ottime prestazioni!

E, ancora, il mare. Il mare ha in sé una suggestione erotica notevole. Durante le vacanze questa potenza attrattiva esplode addirittura. Acqua e occasione, acqua e trasgressione.

I genitali stessi hanno una relazione intima molto arrapante, con l’acqua. Acqua calda, tiepida, fredda: ciascuna ha proprietà sufficienti a eccitarli e farli godere. Si tratta solo di mettere in funzione, come sempre, la nostra fantasia e ubriacarci senza bisogno di alcool.

Lo sanno bene e fanno il pieno di piacere quelli inclini al coitobalnismo (ovvero l’irresistibile attrazione di fare sesso dentro una vasca da bagno) o all’acquafilia che regala orgasmi già solo a guardare le immagini di nuotatori o di persone immerse in un lago, in piscina o nel mare, mentre si scambiano penetranti effusioni sessuali.

Insomma aprite i rubinetti e fate sgorgare i vostri istinti.

In fondo bollenti spiriti e gelate emozioni si provano anche iniziando i preliminari ad un party dove, si sa, sono disponibili cocktail con molto, molto ghiaccio…

Non è certo un caso che il mercato sia prodigo di sex toys waterproof, che l’abbraccio acquatico sia una tradizione di lunga memoria, che talvolta lei riesca ad aiutare l’equilibrio aggrappandosi a uno scoglio e lui possa eseguire una pecorina a regola d’arte.

I più audaci si cimentano pure in un orale bagnato, dall’acqua e non solo. Avete provato? Qualcuno in verità è così allenato che riesce ad esibirsi pure su un materassino ma se non siete nuotatori esperti forse la soluzione del canotto o della barca è meno rischiosa…

Comunque sia spruzzate, acqua e passione.

3 thoughts on “Spruzzi…d’acqua”

  1. Ciao Serena,
    scommetto avrai già avuto l’opportunità di avvinghiarti al largo a qualche scoglio umano e di approfittare della “copertura” dell’acqua per prenderti dei momenti di puro piacere in fronte a chi è a riva. Personalmente parte del gioco sta anche nel mantenere “la calma” godendo in silenzio…

Lascia un commento