Spiacenti, il click con il tasto destro non è disponibile.

Sesso virtuale e webcam

God save internet!

Un pc e una connessione fanno eros no? Il piacere è a portata di clic, tutti possono godere, il virtual sex è esplosivo.

Questo libero e facile accesso al piacere ha letteralmente mandato in fibrillazione gli ormoni e in pensione le inibizioni. Manco più l’ansia da conquista, è tutto assicurato. Guardoni, esibizionisti, segaioli incalliti, vogliose atomiche: tutti accontentati. Come al mercato: è tutto esposto, allunghi la mano e pare quasi di toccare un corpo fremente.

Del resto video e immagini ci bombardano di stimoli, l’amplesso è sdoganato in tutte le sue espressioni. Altro che carne, il sesso virtuale ci conferma che è tutta questione di testa: le emozioni e le pulsioni viaggiano sul filo dei pensieri sconci!

Certo è una sessualità digitale, che di sensazioni di pelle sembra infischiarsene, ma insomma ognuno si arrangia come crede pur di spassarsela con fantasie e genitali.

C’è chi parla di scollamento dalla realtà e di vera e proprio cyber dipendenza, in effetti il fenomeno di chi si sistematicamente vive di masturbazioni sugli input della rete non ha una sfera erotica socialmente attiva. Vi è da dire però che spesso è un complemento, un gioco, un rituale attraente. Non un chiodo fisso ma una gradevole alternativa. Poi ci sono le coppie super affiatate che tengono vivo il rapporto a distanza con le maliziose armi della tecnologia e allora vai di dirty talking, siparietti erotici ed esibizioni seducenti.

Del resto tutto questo sesso on line è pure inquadrabile in chiave istruttiva. Si fa una specie di pratica…di pratiche di letto, di approccio, di trasgressione.

Ecco, la trasgressione è una delle chiavi potenti, della dimensione virtuale. Magari ho una relazione noiosa e insoddisfacente e allora mi consolo via internet con tradimenti a raffica ma rigorosamente virtuali! Magari vorrei sperimentare cosette hot ma ho un partner tradizionalista e vado a cercarmi l’ebbrezza in qualche sito hard. Magari, invisibile a chi ho intorno vivo e vegeto, sfogo tutte le mie depravazioni più bollenti.

Le donne sono maestre, di chat erotiche. Se allacciano un porno flirt su messenger riescono a esibire foto e parole più solleva cazzi di un cric. Lui, il maschio 2.0, predilige ovviamente la webcam: già lei che si muove e si tocca lo fanno impazzire. Comunque sia le fantasie sono free, c’è chi ama fare lo spettatore chi preferisce un ruolo attivo.

Fuori dalla routine e senza impegno. Questo è il succo del virtual sex. Molto abbordabile, questo sesso consumato senza fisicità e respiri incollati.

Il problema al massimo può porsi quando l’incontro, dai meandri della rete, si sposta nelle concretezze dell’alcova. Tutte le pornodive, i leoni da tastiera, i tori da monta e le affamate del web, mantengono quello che promettono?

Mai dire mai ma molti, prudentemente, restano dietro lo schermo e al dunque arrivano in solitaria.

Il sexting dilaga ed è forse inutile porsi troppe domande. In fondo c’è chi cazzeggia sui social con gattini e vignette e chi cerca un po’ di beatitudine dei sensi abboccando a qualche calda provocazione o gettando amo e posa ammiccante per acchiappare sbavatori seriali.

Dobbiamo pur ricordare che tutti abbiamo bisogno di svaghi e illusioni…E in ogni caso un sex coach non può che dare la sua benedizione al piacere, in qualsiasi modo lo andiate a cercare!

One thought on “Sesso virtuale e webcam”

  1. è. un modo facile di “tradire” e godere senza compromettere matrimonio, famiglia etc… una via di fuga facile e, lo ammetto, un po’ codarda… ma crea dipendenza… basta chiudere la porta dell’ufficio, tirarlo fuori sotto la scrivania, e il solo pensiero di essere un porco in giacca e cravatta con il cazzo duro nascosto sotto una scrivania di legno massiccio manda in fibrillazione gli ormoni miei e di chi mi guarda dalla webcam… ci si mostra, ci si tocca, ci si eccita a vicenda… qualcuno entra all’improvviso, magari senza bussare, e devi restare serio, immobile, rispondere in modo pertinente al collaboratore che viene dal capo a chiedere istruzioni… poi esce, si chiude la porta e si continua… si gode… sotto la scrivania, sopra, macchiando tastiera del pc e agenda…
    Tutto questo fino a quando la voglia è tale che non basta più masturbarsi e si cede alle tentazioni di una sexy e disinibita escort, bella come il sole, calda come il fuoco e segreta come i nostri più reconditi desideri

Lascia un commento