Spiacenti, il click con il tasto destro non è disponibile.

Quando lei lo incula

Vedo le facce arrabbiate, il sorrisetto malizioso o il ghigno sarcastico. E invece no. Lei lo incula e lui gode, apertamente consenziente.

Lui è un sottomesso al giogo della sua dominatrice?

Andiamoci piano, mica è detto. Lui può essere un open mind che talvolta ha voglia di invertire i ruoli, scendere dalla sella e farsi montare. Ce ne sono quanti ne volete di uomini con un lato B che desidera godere. Uomini anche un po’ stufi del ruolo di maschi sempre in penetrazione. Talvolta non lo chiedono alla loro partner e preferiscono andarsi a prendere dita e fallo da un’amante, da un trans, da una escort ma ci sono e sono tanti per non dire tantissimi.

No, non perdono la virilità. Se mai solo la verginità del culo.

Dildo o strap on in azione e ciak si gira…la scena del piacere. Chiamatelo pegging, rapporto anale o scopata alternativa ma provate.

Naturalmente, gentili signore: 1) non presentatevi al cospetto di un buco che non è avvezzo a ricevere ospiti con un super fallo, orientatevi su una misura decisamente più umana 2) preparate la delizia con opportuni massaggi e lubrificanti e procedete all’introduzione con dolcezza.

Questa inversione di ruoli è spesso attesa, desiderata e libidinosa. Talvolta è solo necessario sbloccare il meccanismo decisionale. Forse c’è ancora chi non è persuaso del godimento che può trarne, forse c’è chi non ha fiducia nelle abilità della donna scopatrice attiva e intraprendente. O, ripeto, c’è chi teme di perdere un po’ di mascolinità agli occhi della partner.

Il sesso però resta la dimensione delle trasgressioni ed è bene avere gli istinti pronti e le voglie libere.

Se poi lui ci prende particolarmente giusto il gioco è fatto. Lei può incularlo legittimamente e appassionatamente.

Le posizioni? Va benissimo esordire con una comoda e classica pecorina poi la fantasia vi verrà in aiuto. Mai mettere limiti alle espressioni erotiche.

L’incontro sessuale è bello perché è conturbante giusto? Essere rotti a ogni esperienza non è affatto un insulto, signori, dimostra la vostra incontenibile pulsione alle emozioni della carne. Quello che conta è non fare sorprese azzardate. Il sesso anale va vissuto in maniera rilassata. Anche con un bel sex toy che vibra ma sempre con comprensiva prudenza, almeno all’inizio. La foga può far male anche al più duro dei maschiacci.

E ora? E ora fatevi una bella cultura di palline anali e di vibratori che stimolano il punto P, la mitica prostata da orgasmo. Con la benedizione del vostro sex coach praticate l’arte dell’inculata buona e generosa!

4 thoughts on “Quando lei lo incula”

  1. Mmmm… finora questi giochi non mi hanno mai attratto. Al massimo più volte mi ha sfiorato il desiderio di subire un buon anal rimming

  2. Cara Serena proprio in questi giorni ho ripensato molto al nostro incontro prima di Natale. Purtroppo non abbiamo potuto provare a fondo questa pratica e ora la bramo più che mai. Spero non dovrò aspettare molto per rivederti nella mia città.
    Un caldo saluto da Bz
    Stefano

  3. Credo che per l’uomo al lato b si arrivi con un percorso che inizia dalla testa, dalla mente. Fantasie, eccitazione, voglia di provare come e con chi farlo. Dipende dalle situazioni che si vengono a creare, che l’uomo possa decidere di giocare con il proprio lato b.

  4. Io ho provato alcune volte questa pratica, e come tutto dipende dalla testa. Ci sono state delle volte in cui proprio non scattava il feeling e non c’è stato verso, altre in cui lei mi ha saputo portare a prenderlo, ed ho goduto come un pazzo. Quando lei lo incula lui gode come un riccio!

Lascia un commento