Spiacenti, il click con il tasto destro non è disponibile.

Pioggia dorata

Preferite chiamarla in modo scientifico urofilia? O ve la cavate meglio con l’inglese e usate pissing?

Al di là di come vogliate definirla, la pioggia dorata è un cappello sotto il quale stanno diverse pratiche: molti desiderano urinare su persone, altri vogliono che si urini su di loro, altri ancora vogliono guardare durante la minzione oppure bere l’altrui urina.

Spesso si ritiene che l’attrazione per l’urina possa arrivare da un grande interesse nei BDSM, in tutta quella vasta gamma di giochi e situazioni sul filo della dominazione e della sottomissione, come una delle espressioni di un rapporto tra partner che trovano godimento nel dolore o nell’umiliazione o nella costrizione.

In realtà, con buona pace di chi prova orrore alla sola idea di pisciare in bocca a qualcuno, di farsi pisciare addosso o di farsi guardare durante il fiotto di pioggia dorata, nella fase di potente eccitazione sessuale qualsiasi senso di disgusto scema grandemente.

A fare pissing non sono solo master e slave, tutt’altro. Amanti di questo tipo di erotico sollazzo sono anche tanti di quelli che hanno voglia di qualcosa di originale, che abbia un’etichetta audace o proibita, che sia fantasiosamente fuori dalla routine.

La condivisione dei liquidi intimi potenzia e condisce l’intesa fisica e cerebrale, dicono gli indomiti appassionati della pratica.

La storia antica ce ne consegna infinite varianti. Dal getto maschile puntato sul clitoride all’urina utilizzata come sensuale massaggio caldo, alle coccole nel letto ben inzuppato di pipì fino alla classica doccia di urina di un partner sull’altro che sta inginocchiato, seduto o sdraiato. Una tipica tendenza maschile è anche quella di scatenarsi nel cunnilingus durante e dopo la pisciata della partner per il piacere di sentire sulle labbra l’odore di orina mescolato all’afrore vaginale. 

Gli incantevoli vecchi libri pregni di disinibito e gaudente eros narrano di elisir e pozioni a base di urina. E in verità pure di sperma e sangue mestruale.

La tradizione della libidinosa urina si è perpetuata. In molte case di tolleranza esisteva un arnese chiamato alla francese le tabouret de verre, lo sgabello di vetro, sotto il quale si poneva l’ospite per vedere la ragazza scelta orinare (e qualche volta anche far la cacca).

In tempi più recenti quanti sold out ha registrato la grande Cicciolina quando ai suoi “cicciolini” proponeva spettacoli di piogge dorate?

Estimatori e curiosi forse possono trovare aneddoti, stimoli e percorsi interessanti in “Pissing. Una pratica erotica”, un libro di Chiara Duovo.

E adesso vi scappa la pipì e avete voglia di danzare sotto la sua pioggia?

Cosa vi dice sempre la vostra sex coach?

Non vergognatevi, dei vostri desideri e delle vostre pulsioni. Per fortuna le vie della sessualità sono infinite.

4 thoughts on “Pioggia dorata”

Lascia un commento