Spiacenti, il click con il tasto destro non è disponibile.

Letto a tre piazze

“Two gust is megl’ che uan”. Io aggiungo volentieri un posto, alla tavola del piacere.

La coppia vogliosa di un’amante?

Una goduria già solo a pensarci. E questa volta, invece di darvi una bella lezioncina da sex coach, voglio raccontarvi una deliziosa avventura.

Parlo di una coppia intimamente molto unita che vive il sesso in maniera libera e sana. Parlo di una coppia che mi ha attentamente selezionata perché sempre desiderosa di provare grandi avventure erotiche. Parlo di una coppia che conosce il kamasutra del pensiero porno.

La tensione sessuale è subito alle stelle. Lui è eccitatissimo, la moglie ed io entriamo in un’atmosfera di solletico, fantasia e languore scabroso. I nostri sguardi si allungano una sull’altra e poi coinvolgono lui, pronto e bollente.

Le nostre voci e le mani di velluto diventano lingue bagnate e frementi. Lui vuole stare un po’ lì beato a guardarci, tra carezze e labbra che si esplorano. Due corpi femminili complici e aperti a lui sono una sbronza di euforia che però non regge a lungo. Si infila, ci tocca, ci provoca.

Chi tira le fila del gioco? Magicamente…nessuno e tutti. Sembriamo tutti e tre guidati dalla stessa bussola, curiosi di lasciarsi tentare, abili a intercettare i desideri. È la sintonia di una libidine serena e giocosa che può spingersi senza freni. È quell’energia degli impulsi carnali che non si fanno seghe mentali. Siamo tutti a lì a prenderci un’ora o due di piacere.

Lui cerca un pompino da entrambe. Lei vuole leccarmi in mezzo alle gambe. Io penso che potrebbero benissimo scopare mentre io sono intenta a farli divertire diversamente. Le sensazioni si fanno forti, fortissime.

Andrebbe bene tutto, tutto. Siamo tre attivi e generosi. Nessuna inibizione. Lei è quella fantastica: non ha in testa gelosia, si è lasciata andare completamente, ci cerca e si lascia prendere. Alla fine un buon orale lo vuole anche lei mentre lui pensa quanto egregio sia accomodarsi nel mio culo e godersi la faccia della sua adorata metà in visibilio con me che so come leccarla.

Menage a trois con trionfo di orgasmi. 

Il letto a tre piazze è ridotto a un campo di battaglia. Noi abbiamo le facce ebeti di quando il dito, oltre al resto, ha toccato pure il cielo. Bisogna brindare a bollicine. E poi chissà. Magari succederà ancora e ancora.

5 thoughts on “Letto a tre piazze”

  1. Sto vivendo un periodo piuttosto difficile e mi risulta complicato immedesimarmi nel tuo racconto, ciononostante hai descritto con sapienza e immediatezza l’erotismo a tre.
    Perdonami, ma mi sono concentrato su di te, come quarto invitato a guardare la scena.
    Sei sempre più un formidabile Coach.

Lascia un commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.