Spiacenti, il click con il tasto destro non è disponibile.

L’arte del ballbusting

Pensate a un ben assestato calcio nelle palle come attacco o difesa in casi critici?

No, quella del bullbasting è una pratica erotica…molto piacevole. Un piacere doloroso, certamente, ma altrettanto libidinoso.

Deriva dal Tamakeri giapponese, gioco sessuale in cui una donna afferra, colpisce o tortura i genitali maschili.

Entrato di diritto nell’universo del BDSM, il ballbusting rompe la monotonia e vivacizza il rapporto intimo di molte coppie che amano l’ebbrezza dei ruoli di Mistress e Slave.

Prendere a calci i testicoli o schiacciarli è una sottilissima arte di mente e corpo. Nel meccanismo di dominanza e sottomissione dolore e piacere si mescolano in maniera assolutamente afrodisiaca.

Per spingere l’acceleratore sul godimento ci vogliono:

-esperienza

-intesa

-safeword (la parolina magica di sicurezza per “intimare” l’alt)

Il ballbusting non è però negato ai principianti, sempre a condizione instaurino tra loro un codice di armonia erotica e non vadano a cercare guai.

Perché piace?

L’uomo eccitatissimo da un eccellente lavoro duro sui genitali può arrivare a un intenso super orgasmo. La donna altrettanto elettrizzata dalla situazione di dominio e di intrigo erotico prova una meravigliosa sensazione di appagamento. Adrenalina e amplesso, fisico e mentale.

Un pugno o una ginocchiata dritti a destinazione fanno scattare in lui un impulso nervoso al cervello che poi arriva all’addome, stimola la prostata e quindi il godimento. Lei si bagna facendo e vedendo…sì, già le espressioni di lui in piena estasi sono una bella sferzata di energia e di solletico sessuale.

Volete fare allenamento?

Iniziate a piedi nudi o con le mani, usando un po’ di misura.

Poi però c’è da sbizzarrirsi e divertirsi. Ci sono oggetti che aiutano molto, moltissimo.

Ci sono elettrostimolatori per i genitali, ball bag cioè “borse” che stringono i testicoli, frustini, separatori di testicoli, corde. Oppure c’è qualcosa di bollente come la cera o un liquido caldo.

Agli inizi raccomando cautela. Su tutto basta una riflessione: l’incontro hot è sempre finalizzato alla delizia carnale quindi non è un’occasione per frantumare letteralmente le palle, chiaro?

Non arricciate il naso e non proteggete i gioielli a due mani, signori. In pieno orario di ascolti sulla tv di Stato, è andata in onda Alisha Griffanti, campionessa di ballbusting che per i suoi servigi pare abbia accumulato una fortuna, e il gradimento è serpeggiato indecente, impudente e selvaggio tra il pubblico in studio e a casa…quindi, con buona pace dei puritani, il gusto del sesso extra ordinario è alle stelle.

Ricordate che è sempre il cervello, l’organo dell’eros per eccellenza. Se lo lasciate libero di vivere appassionatamente la sua dose di lussuria, mette i genitali a disposizione di qualsiasi euforia voluttuosa, credetemi.

Ti stritolo i coglioni, insomma, non è una minaccia e neanche un deterrente. Anzi…

Per uno schiavo è un invito irresistibile. Non trattenete dunque la fregola, se mai calibrate solo la forza che imprimete nella pratica.

Lascia un commento